Paola Bruno

Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli

112
La Chiesa di Santa Maria di Costantinopoli, ubicata nel centro storico in Corso Umberto I, è presente nei documenti storici del capoluogo irpino sin dal XVI secolo. La sua posizione era lungo la Via Regia delle Puglie, nei pressi dell'antica Porta Puglia con cui Avellino si collegava al territorio pugliese, in un tratto denominato Vergine di Costantinopoli. In passato era una Chiesa centralissima, collocata in una delle aree più popolate ed umili dell'antica Avellino, zona di mercanti, artigiani, contadini ed operai. Presso la Chiesa aveva sede un'Arciconfraternita, a cui si deve anche la creazione di un Monte di Pietà, istituito per intercessione di Re Filippo II nel 1583 e attivo fino al 1966. Dopo numerosi rifacimenti dovuti soprattutto ai danneggiamenti subiti a causa del terremoto del 1732, oggi può definirsi una struttura fedele al prospetto settecentesco. Interessante l'interno, a croce latina con navata unica, ricco di opere d'arte sacra ascrivibili alla scuola del Solimena, con opere del Guarino, di Ricciardi, di Buono e di Cosimo Fanzago. L'esterno è dotato di doppia scalinata, con al centro l'accesso verso l'ipogeo. Durante il Palio della Botte del Ferragosto Avellinese, funge da palco.

  • Dettagli: URL: http://www.paolabruno.com/
Su questo sito utilizziamo cookie, di prima e di terza parte, per finalità tecniche e, previo tuo consenso, di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con le tue preferenze.
Per maggiori informazioni o per prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, leggi l'informativa.
Chiudendo questo avviso, proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
Accetta, proseguo e chiudo questa finestra