Paola Bruno

Torre dell'orologio

46
Monumento simbolo di Avellino, è visibile da ogni parte del capoluogo dell'Irpinia. Si tratta di una costruzione del XVII secolo, voluta dai principi Caracciolo che la tradizione vuole eretta su una preesistente rocca delle antiche mura della città. E' alta 36 metri, ha un basamento a bugne riquadre e presenta due diversi ordini architettonici. E' fornita di orologio a campane e della diana che suonava in caso di pericolo. Attribuita allo scultore e architetto Cosimo Fanzago, alla realizzazione dell'opera diede il suo contributo anche Giovan Battista Nauclerio. Danneggiata dai numerosi terremoti, fu restaurata nel 1782 e all'indomani del terribile terremoto del 1980. E' incastonata nel fitto tessuto di edifici del centro storico, ed è raggiungibile sia da Via Salita Orologio sia da Corso Umberto I, attraversando i cunicoli longobardi e inerpicandosi sulla caratteristica scalinata "Salita Cosimo Fanzago".

  • Dettagli: URL: http://www.paolabruno.com/
Su questo sito utilizziamo cookie, di prima e di terza parte, per finalità tecniche e, previo tuo consenso, di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con le tue preferenze.
Per maggiori informazioni o per prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, leggi l'informativa.
Chiudendo questo avviso, proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
Accetta, proseguo e chiudo questa finestra