ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Sardegna >> Provincia: Carbonia-Iglesias >> Comune: Piscìnas

PISCìNAS (CI)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Carbonia
  • Porto: a Cagliari
  • Aeroporto: a Cagliari/Elmas e a Roma/Fiumicino
  • Carabinieri: a Giba
  • Guardia di finanza: a Sant'Antioco
  • Vigili del fuoco: a Iglesias
  • Corte d'Appello: a Cagliari
  • Tribunale: a Iglesias
  • Farmacia: a Giba
  • Ospedale: a Carbonia: loc. Sirai
  • Scuole: a Piscìnas
  • Biblioteche: a Piscìnas
  • Musei: a Piscìnas
  • Uff.Postale: a Piscìnas
   

Comune di Piscìnas - Storia

Il toponimo compare nella documentazione antica con “de Piscina” e può trovare giustificazione nella collocazione dell'insediamento lungo il corso di un torrente ed essere interpretato come ‘vivaio di pesci', o, in base alla documentazione riferita ad altre località, come ‘abbeveratoio per gli animali' o ‘luogo dove si lavano le pecore prima della tosatura'. Abitata sin dal neolitico (VII-VI millennio a.C.), come testimoniano la grotta di Su Benatzu, la grotta di Monte Miana, la roccia di Tatinu, la domus de janas, Narboni is Gennau e la stazione di Solnes, fu successivamente sottoposta alla dominazione delle civiltà nuragica e fenicio- cartaginese le quali hanno lasciato evidenti tracce del loro passaggio, in particolar modo con le fortificazioni di Pani Loriga, che servivano a difendere gli insediamenti rurali delle pianure dalle genti dell'interno. In epoca romana fu valorizzata la potenzialità agricola del territorio. Nei secoli VII-X d.C. risentì delle frequenti incursioni saracene che avvenivano sulle coste e nei territori vincitori, le quali indebolirono sempre più la presenza di Bisanzio con la conseguente formazione dei giudicati come entità autonome. Donazioni del Giudicato di Cagliari alla chiesa di Pisa e Genova favorirono la penetrazione pisana e genovese che si risolse nel XII secolo con il prevalere di Pisa (1257) nel Giudicato di Cagliari e più significativamente nella curatoria del Sulcis. Dopo l'anno mille, come in altre località vicine, vi fu la presenza monacale con relativo convento. Successivamente, Guantino de Serra ottenne nel 1355 anche le ville di Piscinas e Giba. Nel difficile periodo delle rivolte contro la corona d'Aragona Pietro de Milany, catalano, ottenne in Sardegna i feudi un tempo appartenuti alla famiglia de Serra alleata a Mariano IV d'Arborea; fra questi vi erano anche quelli di Giba e Piscinas. Nel 1578 fu soddisfatta la richiesta del sindaco di Iglesias, fatta al parlamento del 1538, relativa alla restituzione dei salti del defunto Don Raniero Bellit alla Capitaneria della città. Poco dopo la città di Iglesias vendette il salto di Piscinas al Magnifico Pietro Salazar. Il comune è stato istituito il 13 luglio 1988 con la località omonima staccata dal comune di Giba. Tra gli edifici di particolare valore storico-architettonico si segnalano: la chiesa della Beata Vergine della Neve, risalente alla metà del 1800; il “Villino Salazar”, anch'esso del 1800. Sul territorio comunale sono presenti, inoltre, ritrovamenti archeologici di domus de janas.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE