Foto: Silvio Cantelmo

Borgo di Capocastello

152
E' indubbiamente uno dei panorami più belli d'Irpinia. Il borgo di Capocastello domina Mercogliano con la sua tipica conformazione che ne fa un'immagine da cartolina. Fondato dagli esuli di Abellinum nel VI secolo, anche se già conosciuto all'epoca dei romani, Capocastello è un borgo medioevale a cui si accedeva da cinque porte, di cui oggi possiamo ammirarne solo due: la "Porta dei Santi", che dalla parte a valle dell'abitato consente di inerpicarsi attraverso un nugolo di strette e caratteristiche viuzze, e la "Porta dell'acqua", che si trova nella zona "Acqua del Pero". In mezzo tante, antichissime chiese, dalla seicentesca Chiesa della Congregazione di San Francesco, alla Chiesa di San Giovanni a quella del SS. Salvatore, fino a quella forse più suggestiva, la Chiesa dei Santi Pietro e Paolo, edificata prima dell'anno 1000. Nella parte alta del borgo i ruderi del Castello di Mercogliano, da cui deriva il nome del borgo. Interessanti anche una vasca convogliatrice e una fontana del '600, a testimonianza dell'origine antichissima del borgo.

Su questo sito utilizziamo cookie, di prima e di terza parte, per finalità tecniche e, previo tuo consenso, di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con le tue preferenze.
Per maggiori informazioni o per prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, leggi l'informativa.
Chiudendo questo avviso, proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
Accetta, proseguo e chiudo questa finestra