itala

Descrizione

Centro di pianura, di origini medievali, con un’economia basata su attività agricole, industriali e commerciali. I fusignanesi, che presentano un indice di vecchiaia particolarmente alto, risiedono soprattutto nel capoluogo comunale, in cui si registra la maggiore concentrazione demografica, e nelle località Maiano Monti, Rossetta e San Savino; il resto della popolazione si distribuisce tra numerose case sparse e i nuclei Case Armandi, Case Foschini, Case Lacchini, Case Marini, Case Minguzzi, Case Santa Lucia e Maiano Nuovo. Il territorio ha un profilo geometrico molto regolare, con impercettibili variazioni altimetriche, che imprimono all’abitato, interessato da espansione edilizia, un andamento plano-altimetrico completamente pianeggiante. Nello stemma comunale, concesso con Decreto del Capo del Governo, si raffigura, su sfondo rosso, un fuso d’oro, posto in palo, con filo d’argento.

Storia

I primi insediamenti nella zona risalgono a epoca preistorica, stando ai reperti ritrovati nei pressi dell’abitato; a questi ne subentrarono altri fino ad arrivare alla colonizzazione dei romani, di cui pure sono pervenute numerose testimonianze. Il toponimo, attestato dalla seconda metà del X secolo, deriva probabilmente dal personale latino FUSINIUS, con l’aggiunta del suffisso -ANUS; non manca però chi lo riporta al termine “fuso” oppure al latino FUSINA, ‘fucina’, o FOSSA, ‘fossato, canale’. Sviluppatasi intorno alla pieve di San Giovanni in Liba, risalente al VI-VII secolo, fu infeudata ai conti di Cunio, che vi costruirono un castello, distrutto, nel Duecento, da una terribile alluvione del Senio. Il vecchio borgo, divenuto insicuro, fu man mano abbandonato: la popolazione preferì spostarsi nel sito attuale, dando vita a un nuovo insediamento attorno alla residenza dei Cunio, edificata in un’area meno esposta alle inondazioni. Venduta ai Da Polenta, nel Quattrocento appartenne, tra gli altri, agli Sforza, ai veneziani, ai Visconti, ai Manfredi di Faenza e agli Estensi di Ferrara, che la concessero ai marchesi Calcagnini. Questi ne mantennero il possesso per quasi tre secoli, nonostante i tentativi di espropriazione da parte dei Corelli e degli imolesi. Dopo la breve parentesi napoleonica, tornò sotto il dominio pontificio, fu poi annessa al Regno d’Italia. Notevoli sono stati i danni subiti durante la seconda guerra mondiale. Del patrimonio storico-architettonico fanno parte: la chiesa del Pio Suffragio, del XVIII secolo; la parrocchiale, consacrata negli anni Cinquanta; la chiesa di San Savino, contenente un sarcofago bizantino, del V secolo; la chiesa della Madonna del Pilar e la settecentesca villa in cui soggiornò il poeta Vincenzo Monti, a Maiano Monti.

Economia

Dal punto di vista burocratico non si registrano particolari strutture: le uniche attività del genere che vi si svolgono sono quelle connesse al funzionamento dell’ufficio postale e del municipio; non manca però la stazione dei carabinieri. L’agricoltura, praticata con successo grazie alle favorevoli caratteristiche del terreno, si basa sulla produzione di cereali, frumento, ortaggi, foraggi, uve e frutta; si allevano bovini, suini, ovini e soprattutto avicoli. Sviluppata è l’industria calzaturiera, affiancata da aziende che operano nei comparti alimentare, cartario, edile, metalmeccanico, della fabbricazione di articoli in gomma, della stampa e attività connesse nonché della produzione e distribuzione di gas. È presente il servizio bancario; una buona rete commerciale completa il panorama del terziario. Tra le strutture sociali si segnalano un asilo nido e una casa di riposo. Nelle scuole del posto si impartisce l’istruzione obbligatoria; si può usufruire di una biblioteca per l’arricchimento culturale. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno, mentre quelle sanitarie assicurano il servizio farmaceutico.

Relazioni

Sebbene non registri un significativo movimento di turisti, è abbastanza frequentata per lavoro, grazie alle sue attività produttive e in particolare alla presenza degli insediamenti industriali, che consentono un buon assorbimento di manodopera. I rapporti con i comuni limitrofi non sono molto rilevanti; a essi gli abitanti si rivolgono per l’istruzione secondaria di secondo grado e i servizi non disponibili sul posto. La festa patronale, dedicata alla Natività di Maria Vergine, viene celebrata l’8 settembre, con l’omonima sagra. Dal 1987 è gemellata con Biddulph (Gran Bretagna).

Località

Case Armandi, Case Marini, Case Minguzzi, Case Santa Lucia, Maiano Monti, Maiano Nuovo, Rossetta, San Savino

Fondi europei 2021-2027

Nella nuova Programmazione 2007-2013 della politica di coesione economica e sociale dell'Unione Europea il comune di Fusignano rientra nell'Obiettivo "Competitività regionale e occupazione". A partire dal 1 0 gennaio 2007 nelle aree rientranti in tale obiettivo l'impiego dei "fondi strutturali" europei punta a rafforzare la competitività, l'occupazione e l'attrattiva delle regioni, ad anticipare i cambiamenti socioeconomici, a promuovere l'innovazione, l'imprenditorialità, la tutela dell'ambiente, l'accessibilità, l'adattabilità dei lavoratori e lo sviluppo dei mercati. Cfr. Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell’11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di sviluppo regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione.

INFO
  • Popolazione 8.222
  • Lat 44° 28' 2,55'' 44.46737500
  • Long 11° 57' 36,43'' 11.96011944
  • CAP 48010
  • Prefisso 0545
  • Codice ISTAT 039011
  • Codice Catasto D829
  • Altitudine slm 9 mt
  • zona clim./gradi giorno
    Riscaldamento: dal 15/10 al 15/04 per 14 ore/giorno
    E/2464
  • Superficie 24.6 Km2
  • Densità 334,23 ab/Km2
  • Sismicità Zona 2
  • Alba 05:19
  • Tramonto 19:01
Contatti
ODV
NomeIndirizzo
AMICI POMPIERI CASOLAVIA XXV APRILE 5
CIRCOLO A. CEDERNA LEGAMBIENTEVIA MONTI 3
CIRCOLO A. CEDERNA LEGAMBIENTEVIA MONTI 3
FRATERNITA MISERICORDIA DI CASOLA VALSENIO ONLUSPIAZZA CHIESA 3
PRIMOLA CENTRO DI PROMOZIONE CULTURALE E RICERCA ? COTIGNOLAVIA ZANZI 28
PRO LOCOVIA SANTA BARBARA N 2/C
ROMAGNA AIR FINDERSVIA ARGELLI 25
V.A.B. VIGILANZA ANTINCENDI BOSCHIVI SEZIONE PROVINCIALE DI RAVENNAVIA SPADOLINI 36
VITA CUOREVIVOPIAZZA ALBERICO 7?BARBIANO
News
Domenica 14/04/2024 21:38
Morto Natale Bianchedi, la 'spia' di Arrigo Sacchi  
il Resto del Carlino
Domenica 14/04/2024 17:49
Savio Calcio vs Real Fusignano 2009, il tabellino  
Tuttocampo
Domenica 07/04/2024 09:00
Crossroads torna a Fusignano con il concerto di Karima  
RavennaToday
Venerdì 05/04/2024 02:10
CROSSROADS/ Il sound d'avanguardia di Michael e Lorenzo Riessler  
RavennaEventi
Martedì 26/03/2024 10:08
Daniele Sepe a Fusignano per il crossroads • Gagarin Magazine  
Gagarin Magazine
Sabato 23/03/2024 08:00
Per "Crossoroad" è il momento di Daniele Sepe a Fusignano  
RavennaToday
Venerdì 15/03/2024 08:00
Una nuova quercia nel bosco di Fusignano in memoria di Luigi Rambelli  
ravennanotizie.it
Giovedì 14/03/2024 11:38
Open day nella Casa della Comunità di Fusignano  
Virgilio
Mercoledì 21/02/2024 09:00
A Fusignano un incontro sull’avvio della Casa di Comunità  
ravennanotizie.it
Mercoledì 14/02/2024 09:00
Rinviato il concerto "Se io fossi Gaber" a Fusignano  
ravennanotizie.it
Lunedì 05/02/2024 09:00
Fusignano: cento anni per Antonio Graziani – Ravenna24ore.it  
Ravenna24ore
Giovedì 25/01/2024 09:00
Venerdì 26 gennaio a Fusignano Livia Turco presenta “Compagne”  
ravennanotizie.it
Mercoledì 24/01/2024 09:00
Alberi monumentali entrano Predappio, Fusignano e Montescudo Montecolombo  
Corriere Romagna
Mercoledì 10/01/2024 09:00
I platani di Fusignano diventano alberi monumentali  
Ravennawebtv.it
Domenica 19/11/2023 09:00
A Fusignano un nuovo polo per il soccorso degli animali  
Settesere
Sabato 07/10/2023 09:00
Real Fusignano a caccia di punti pesanti  
il Resto del Carlino
Lunedì 11/09/2023 09:00
Fusignano: 102 anni per Valter Agarici – Ravenna24ore.it  
Ravenna24ore
Domenica 03/09/2023 09:00
Preghiere ma anche mostre e note Fusignano celebra la patrona  
il Resto del Carlino
Giovedì 27/07/2023 09:00
Fusignano: Venerdì riapre il Conad interamente rinnovato  
Ravennawebtv.it