ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Emilia-Romagna >> Provincia: Rimini >> Comune: Verùcchio

VERùCCHIO (RN)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Santarcàngelo di Romagna
  • Porto: a Ravenna
  • Aeroporto: a Bologna/Borgo Panigale e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Verùcchio
  • Guardia di finanza: a Rimini
  • Vigili del fuoco: a Rimini
  • Corte d'Appello: a Bologna
  • Tribunale: a Rimini
  • Farmacia: a Verùcchio
  • Ospedale: a Rimini
  • Scuole: a Verùcchio
  • Biblioteche: a Verùcchio
  • Musei: a Verùcchio
  • Uff.Postale: a Verùcchio
 

Località

  • Salta elenco località
  • Brocchi, 
  • Bruciato, 
  • Cantelli, 
  • Case Montrone, 
  • Case Pellicioni, 
  • Pieve Corena, 
  • Ponte Verucchio, 
  • Villa Verucchio. 
   

Comune di Verùcchio - Storia

I numerosi rinvenimenti archeologici testimoniano la presenza, dall’undicesimo al sesto secolo a.C., di un insediamento riconducibile alla cultura villanoviana. Occupata dai celti nel V secolo a.C. fu annessa dai romani al territorio di ARIMINUM, ‘Rimini’. Il toponimo deriva da un latino VERRUCULU, maschile di VERRUCULA, da VERRUCA, nel senso di ‘rialzo, altura’. In un documento del X secolo d.C. è menzionato un CASTRUM VERUCULI di proprietà dei Carpegna. Nel XII secolo compare tra i possedimenti di Giovanni della Penna dei Billi, detto il Malatesta, che fece del borgo l’avamposto e il caposaldo dell’espansione verso Rimini. Con i Malatesta assunse la struttura urbanistica che conserva tuttora. Nei primi del Cinquecento, dopo alterne vicende, tornò alla Sede Apostolica con Giulio II; successivamente fu infeudata da Leone X a Gian Maria de’ Medici. Venduta a Zenobio dè Medici, alla sua morte la moglie Ippolita Comnemo la portò in dote al secondo marito, Leonello Pio di Carpi; morto quest’ultimo tornò alla Camera Apostolica alla fine del XVI secolo. Nel Seicento si chiude la lunga disputa con San Marino scoppiata, alla fine della signoria dei Malatesta, per la definizione dei confini. Partecipò attivamente ai moti risorgimentali. Un ruolo fondamentale nel suo patrimonio storico-artistico rivestono le tre necropoli villanoviane, che hanno restituito numerosi corredi funebri esposti nell’Antiquarium aperto nei locali dell’ex-convento di Sant’Agostino. Sulle due cime del monte Verucchio spiccano ancora le fortificazione malatestiane, la rocca del Sasso e la rocca Inferiore o del Passerello, quest’ultima sede di un monastero femminile dal XVII secolo. Vanno segnalate la chiesa di Sant’Agostino del Trecento e ristrutturata nel XVIII secolo e la chiesa collegiata, del XIX secolo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE