ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Emilia-Romagna >> Provincia: Forlì-Cesena >> Comune: Montiano

MONTIANO (FC)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Gambettola
  • Porto: a Ravenna
  • Aeroporto: a Bologna/Borgo Panigale e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Gambettola
  • Guardia di finanza: a Cesena
  • Vigili del fuoco: a Cesena
  • Corte d'Appello: a Bologna
  • Tribunale: a Forlì
  • Farmacia: a Montiano
  • Ospedale: a Cesena
  • Scuole: a Montiano
  • Biblioteche: a Montiano
  • Musei: a Montiano
  • Uff.Postale: a Montiano
 

Località

   

Comune di Montiano - Storia

Il toponimo, che in documenti del XIII secolo compare nelle forme di Montillianus, Montiglianum, Montiliani e Montiglani, viene da alcuni fatto derivare dal personale latino MULTILIUS, MOLTELIUS o MONTILIUS, con il suffisso -anus, e da altri riportato al latino MONS JANI, ‘Monte di Giano’. Occupata dai longobardi, sul finire del IX secolo fu donata agli arcivescovi di Ravenna, cui venne confermata dagli imperatori germanici. Oggetto di accese contese tra riminesi e cesenati, per via della sua posizione strategica, fu assoggettata a continui passaggi di proprietà. Dopo alterne vicende, che la videro sottoposta ai Malatesta di Cesena, agli Oderlaffi di Forlì, alla curia ravennate, a Cesare Borgia e alla Repubblica veneta, all’inizio del Cinquecento fu restituita da papa Giulio II ai cesenati, venendo poi infeudata a membri delle nobili famiglie dei Savelli, dei Farnese e degli Zampeschi. Nella seconda metà del XVI secolo fu assegnata, insieme ad altri castelli dell’Adriatico, da papa Pio V ai Malatesta, cui subentrarono gli Spada che, pur con brevi parentesi, ne conservarono il possesso fino all’avvento di Napoleone, sul finire del Settecento. Col congresso di Vienna tornò sotto il dominio pontificio, acquistando l’autonomia amministrativa dopo l’annessione al Regno d’Italia. Gli elementi di maggior spicco del patrimonio storico-architettonico sono: la rocca medievale, restaurata, nel XVI secolo, da Giacomo Malatesta e ampiamente ricostruita dopo l’ultimo conflitto mondiale; la porta di accesso all’abitato, risalente alla fine del Cinquecento; la parrocchiale di Sant’Agata, l’ex chiesa del Crocifisso e la rocca di Montenovo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE