ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Veneto >> Provincia: Padova >> Comune: Bagnoli di Sopra

BAGNOLI DI SOPRA (PD)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Monselice
  • Porto: a Chioggia (VE)
  • Aeroporto: a Venezia/Tessera e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Bagnoli di Sopra
  • Guardia di finanza: a Padova
  • Vigili del fuoco: a Piove di Sacco
  • Corte d'Appello: a Venezia
  • Tribunale: a Padova
  • Farmacia: a Bagnoli di Sopra
  • Ospedale: a Conselve
  • Scuole: a Bagnoli di Sopra
  • Biblioteche: a Bagnoli di Sopra
  • Musei: a Bagnoli di Sopra
  • Uff.Postale: a Bagnoli di Sopra
 

Località

  • Salta elenco località
  • Bagnoletto, 
  • Boschetto, 
  • Case del Belloni, 
  • Case Ostellari, 
  • Le Casette, 
  • Olmo di Bagnoli, 
  • Prejon, 
  • San Siro, 
  • Villaggio Kennedy. 
   

Comune di Bagnoli di Sopra - Storia

La sua esistenza viene provata per la prima volta nel 954 con un atto di donazione da parte del marchese Almerico ad un monastero di Brandolo della corte di Bagnolo, un piccolo borgo con una cappella dedicata a Santa Maria e a San Michele Arcangelo. Il toponimo deriva da “balneoli” che indica i ‘piccoli stagni’ che caratterizzavano il territorio. Nel XV secolo fu teatro della guerra veneto-carrarese: subì, infatti, una prima volta nel 1373 e successivamente nel 1404 le inondazioni dell’Adige provocate dai veneziani e che determinarono una grave crisi economica. Immune da queste rovinose conseguenze, perché dotato di una gestione autonoma, fu il monastero di San Michele Arcangelo, costruito intorno al 1050. Nel XV secolo il Papa stabilì che ne divenissero titolari i prelati veneziani mentre nel 1656, avuta l’autorizzazione di Papa Alessandro II, fu venduto alla famiglia Widmann che ebbe l’amministrazione di tutto il latifondo fino alla cessione ai D’Aremberg avvenuta nel 1856. Il patrimonio storico-architettonico comprende: il campanile del XVI secolo; la chiesa di San Michele, annessa all’antico monastero, in cui si conservano un altare e un gruppo di statue del Bonazza inserito a seguito del restauro voluto da Ludovico Widmann nella seconda metà del XVII secolo; il Palazzo Widmann in stile veneziano e un pozzo di pietra bianca.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE