itala

Descrizione

Centro di pianura, di origine antica, la cui economia è caratterizzata dalle attività agricole e industriali. I resanesi, che presentano un indice di vecchiaia inferiore alla media, sono per la maggior parte concentrati nel capoluogo comunale e, in misura molto minore, nelle località Castelminio e San Marco. Buona parte della popolazione si distribuisce in numerose case sparse. Il territorio è caratterizzato da un profilo geometrico regolare, con variazioni altimetriche quasi irrilevanti. L’abitato, che mostra segni di una forte espansione edilizia, presenta un andamento plano-altimetrico tipicamente pianeggiante. Nello stemma comunale, concesso con Decreto del Presidente della Repubblica, è rappresentato, su sfondo argentato, un castello turrito, rosso, accompagnato da due spade poste in croce di Sant’Andrea.

Storia

È probabile che le prime comunità si sono stanziate in questa località tra l’VIII e il III secolo a.C., ipotesi questa avvalorata dalla scoperta di insediamenti archeologici. Negli anni ottanta del Novecento sono stati rinvenuti reperti che si possono far risalire all’età del bronzo. Locata lungo la via Aurelia, strada che collegava la città di Patavium e Acelum. Diverse ipotesi si sono formulate sull’origine del nome di questo luogo: la prima si avvale del termine latino RESIUS, probabilmente un colono proprietario di un terreno; una seconda ritiene che probabilmente in questo luogo si coltivasse e raccogliesse del riso da cui Risiara, Risana e poi Risiana; oppure lo si fa derivare dal nome di una dea paleoveneta “Reita”. Con il crollo dell’impero romano anche questa colonia conobbe il declino. Del periodo cristiano si hanno scarse notizie, si sa con certezza che la sua chiesa dipendeva da quella di San Pietro di Castello di Godego, e poi da quella di Santa Maria Nascente di Castelfranco Veneto. Un documento, forse il primo, del XII secolo attesta possedimenti vescovili in questa zona. Molto misere, quasi inesistenti le notizie storiche di questa località per i secoli seguenti, quelle poche che abbiamo derivano da fonti ecclesiastiche. Segue, comunque, le vicissitudini storiche del resto della provincia. Per quanto riguarda il patrimonio storico-architettonico si evidenzia una chiesa costruita nel XVII secolo, abbattuta nel XVIII; sulle sue rovine fu poi edificato un nuovo tempio.

Economia

Ospita i consueti uffici municipali e postali ed è sede della Pro Loco. Per l’assenza di una stazione dei carabinieri l’autorità di pubblica sicurezza è esercitata, all’occorrenza, dal sindaco. Una delle principali fonti di reddito è costituita dall’agricoltura: si coltivano infatti cereali, frumento, ortaggi, foraggi, viti e frutteti. Parte della popolazione si dedica alla zootecnia: si allevano soprattutto avicoli, suini e bovini. Il lavoro viene offerto anche dalle industrie metalmeccaniche, edili, di mobili, del legno, da aziende impegnate nella produzione lattiero-casearia, tessili nonché dalle fabbriche di carta e cartone, chimiche, del vetro e macchinari per l’agricoltura e la silvicoltura. Il terziario è sufficiente a soddisfare le esigenze primarie della comunità e comprende il servizio bancario. Non sono presenti strutture sociali di rilievo come asili nido e case di riposo. Le strutture scolastiche locali permettono solo il conseguimento del titolo di studio obbligatorio. Sono presenti strutture per l’arricchimento culturale come biblioteche; mancano, invece, musei o pinacoteche. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno. Quelle sanitarie garantiscono il solo servizio farmaceutico; per altre prestazioni occorre rivolgersi altrove.

Relazioni

Poco frequentata come meta turistica, lo è invece molto per lavoro, grazie alla presenza delle numerose industrie. Presenta una forte apertura all’esterno, mentre i rapporti con i centri vicini non sono rilevanti. Tra le manifestazioni tradizionali, religiose e folcloristiche, in grado di richiamare numerosi visitatori dai dintorni, le principali sono: in località Castelminio, a maggio, la festa “Anspi sport” e la sagra Ss. Vittore e Corona, con ballo liscio, stand e mostra dei presepi; in località San Marco, la festa dello sport, con ballo liscio e stand. La festa del Patrono, San Bartolomeo, si celebra il 24 agosto con una sagra.

Località

Badoere, Casoni, Castelminio, Punte alla Mussa, San Marco, Santa Brigida

Fondi europei 2021-2027

Nella nuova Programmazione 2007-2013 della politica di coesione economica e sociale dell'Unione Europea il comune di Resana rientra nell'Obiettivo "Competitività regionale e occupazione". A partire dal 1 0 gennaio 2007 nelle aree rientranti in tale obiettivo l'impiego dei "fondi strutturali" europei punta a rafforzare la competitività, l'occupazione e l'attrattiva delle regioni, ad anticipare i cambiamenti socioeconomici, a promuovere l'innovazione, l'imprenditorialità, la tutela dell'ambiente, l'accessibilità, l'adattabilità dei lavoratori e lo sviluppo dei mercati. Cfr. Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell’11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di sviluppo regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione.

INFO
  • Popolazione 9.522
  • Lat 45° 37' 51,21'' 45.63089167
  • Long 11° 57' 22,3'' 11.95611944
  • CAP 31023
  • Prefisso 0423
  • Codice ISTAT 026066
  • Codice Catasto H238
  • Altitudine slm 31 mt
  • zona clim./gradi giorno
    Riscaldamento: dal 15/10 al 15/04 per 14 ore/giorno
    E/2408
  • Superficie 24.97 Km2
  • Densità 381,34 ab/Km2
  • Sismicità Zona 3
  • Alba 07:42
  • Tramonto 16:24
Contatti
ODV
NomeIndirizzo
CIRCOLO GIOVANILE CASTELMINIOVIA MONTELLO N 2
CIRCOLO PARROCCHIALE S.BARTOLOMEO RESANAVIA MARTIRI DELLA LIBERTA' N.61
CIRCOLO GIOVANILE CASTELMINIOVIA MONTELLO N 2
CIRCOLO PARROCCHIALE S.BARTOLOMEO RESANAVIA MARTIRI DELLA LIBERTA' N.61
SOLLIEVO PRIMAVERAPIAZZA DONATORI DI SANGUE 8
News
Mercoledì 06/12/2023 15:26
Aggiornamenti da Luparense, Calvi Noale, Lovispresiano e Resana  
venetogol.it
Mercoledì 06/12/2023 12:41
Resana, barista spacciatore. Arrestato dai carabinieri  
La Tribuna di Treviso
Lunedì 20/11/2023 16:45
Resana: incendio in carrozzeria, danneggiate auto storiche  
Qdpnews.it - notizie online dell'Alta Marca Trevigiana
Lunedì 20/11/2023 09:00
Carrozzeria divorata dalle fiamme, le immagini dell'incendio  
Prima Treviso
Giovedì 02/11/2023 08:00
ARRESTATA IN ARABIA PER UNO SPINELLO, HOSTESS LIBERATA  
TVA VICENZA
Lunedì 16/10/2023 09:00
Basket Dr1. Feltre travolge il Motta, Valbelluna ko a Resana  
Corriere Delle Alpi
Venerdì 06/10/2023 09:00
Resana, colpito da un infarto: muore a 50 anni poco dopo il ricovero  
La Tribuna di Treviso
Venerdì 29/09/2023 09:00
Castelminio e San Marco di Resana: il saluto di don Enrico Cavallin  
La Vita del Popolo
Sabato 09/09/2023 09:00
Il colosso Ecoflam di Resana ha festeggiato i suoi 50 anni  
Oggi Treviso
Martedì 29/08/2023 09:00
Tennis, spettacolo al torneo "Rodeo d'Autunno" di Resana  
TrevisoToday
Lunedì 10/07/2023 09:00
A Resana l'imperativo è ritornare subito in Seconda categoria  
venetogol.it
Lunedì 08/05/2023 09:00
Gaspare, il pensionato buono di Resana: «In panchina mi rendo utile»  
La Tribuna di Treviso
Lunedì 13/03/2023 08:00
Resana, Porsche crivellata con sei colpi di pistola  
La Tribuna di Treviso
Su questo sito utilizziamo cookie, di prima e di terza parte, per finalità tecniche e, previo tuo consenso, di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con le tue preferenze.
Per maggiori informazioni o per prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, leggi l'informativa.
Chiudendo questo avviso, proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
Accetta, proseguo e chiudo questa finestra