ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Campania >> Provincia: Benevento >> Comune: Torrecuso

TORRECUSO (BN)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Ponte
  • Porto: a Napoli
  • Aeroporto: a Napoli/Capodichino
  • Carabinieri: a Paupisi
  • Guardia di finanza: a Benevento
  • Vigili del fuoco: a Benevento
  • Corte d'Appello: a Napoli
  • Tribunale: a Benevento
  • Farmacia: a Torrecuso
  • Ospedale: a Benevento
  • Scuole: a Torrecuso
  • Biblioteche: a Torrecuso
  • Musei: a Torrecuso
  • Uff.Postale: a Torrecuso
 

Località

   

Comune di Torrecuso - Storia

Secondo diverse ipotesi di scarsa attendibilità fu fondata in epoca antica, tra il IV e il III secolo a.C. È invece certo che il primo nucleo dell'attuale abitato sia sorto in epoca longobarda e sia appartenuto prima al barone Ugo di Fenucchio e in seguito, nel XII secolo, alla potente baronia di Tommaso da Fenucchio, estesa fino a Castelpoto, Casalduni e Apollosa. Nel 1269 il feudo fu concesso da Carlo I d'Angiò ai Frangipane della Tolfa, come premio per aver partecipato alla cattura di Corradino di Svevia, che rivendicava i suoi diritti sul trono di Sicilia. Nel XIV secolo appartenne ai Della Leonessa, passando nel secolo successivo, per mezzo di matrimoni, ai Caracciolo, che la possedettero fino al 1764, anno in cui tornò alla corona. Quattordici anni più tardi fu acquistata da Carlo Cito, giudice di Vicaria, e nel 1861 fu aggregata alla provincia di Benevento. Il toponimo è un composto del termine “torre” e di un elemento non chiaro, forse un antroponimo. Risale al XV secolo la chiesa dell'Annunziata, che presenta una singolare facciata costituita da ali concave ed è abbellita da un campanile con lanterna e cuspide poligonale. La chiesa di Sant'Erasmo è caratterizzata da una facciata in stile neoclassico mentre il santuario di San Liberatore, eretto nel 1651 con pianta a croce latina, conserva una pregevole statua lignea del Santo. Sono inoltre visibili i resti dell'antica cinta muraria, munita di tre porte d'accesso, i ruderi di un castello di epoca longobarda e tracce di un ponte romano sul fiume Calore.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE