ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Campania >> Provincia: Benevento >> Comune: Santa Croce del Sànnio

SANTA CROCE DEL SàNNIO (BN)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Santa Croce del Sànnio
  • Porto: a Napoli
  • Aeroporto: a Napoli/Capodichino
  • Carabinieri: a Morcone
  • Guardia di finanza: a Benevento
  • Vigili del fuoco: a Benevento
  • Corte d'Appello: a Napoli
  • Tribunale: a Benevento
  • Farmacia: a Santa Croce del Sànnio
  • Ospedale: a Benevento
  • Scuole: a Santa Croce del Sànnio
  • Biblioteche: a Santa Croce del Sànnio
  • Musei: a Santa Croce del Sànnio
  • Uff.Postale: a Santa Croce del Sànnio
 

Località

   

Comune di Santa Croce del Sànnio - Storia

Già nota in epoca romana come luogo di sosta lungo l'antica via Minucia, appare in alcuni diplomi redatti nell'VIII secolo d.C. come CASALE SANCTAE CRUCIS. Nel 762 fu assegnata dal re longobardo Desiderio ai monaci dell'abbazia di Montecassino; successivamente, dopo essere stata sottoposta all'autorità del gastaldato di Boiano, fu concessa in feudo da Guglielmo I a Rodolfo Alemagno, che ne detenne il controllo tra il 1172 e il 1183. Nel Duecento passò dalla famiglia Santacroce a Siginulfo, conte di Telese; appartenne in seguito ai Monfort e, per concessione di re Ferdinando I d'Aragona, al suo capitano d'arme Giovan Battista del Balzo (1465); fu ceduta poi a tale Luigi Rovigliero e alla nobile famiglia sorrentina dei Tramontano. Prima di entrare a far parte della provincia di Benevento, con l'unità d'Italia, appartenne dapprima a quella di Capitanata e in seguito a quella di Campobasso. Il toponimo è di evidente origine agionimica; la specificazione è riferita al territorio che si estende tra l'Abruzzo e i Monti Picentini. Il primo nucleo dell'abitato era compreso entro mura castellane, dotate di tre porte d'accesso; il fortilizio, trasformato poi in palazzo baronale, è oggi sede del municipio. Il centro storico è abbellito da splendidi palazzi nobiliari, tra cui spiccano la seicentesca casa natale dello storico meridionalista Giuseppe Maria Galanti, palazzo Capozzi e numerose residenze sei-settecentesche. Tra gli edifici sacri figura la chiesa di Santa Maria Assunta, costruita nel 1761 con pianta a croce latina: l'edificio presenta una facciata in pietra calcarea e, all'interno, un altare in marmi policromi del XVIII secolo e una statua lignea dell'Assunta, opera dello scultore Paolo Saverio di Zinno. A quest'ultimo si devono anche le statue in legno di San Francesco e dell'Immacolata conservate nel convento e nella chiesa di San Francesco (VIII secolo). Del VII secolo, successivamente restaurato, è il complesso conventuale di Sant'Antonio, che racchiude un chiostro settecentesco.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE