ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Sicilia >> Provincia: Messina >> Comune: Antillo

ANTILLO (ME)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Santa Teresa di Riva
  • Porto: a Messina
  • Aeroporto: a Catania/Fontanarossa e a Roma/Fiumicino
  • Carabinieri: ad Antillo
  • Guardia di finanza: a Santa Teresa di Riva
  • Vigili del fuoco: a Taormina
  • Corte d'Appello: a Messina
  • Tribunale: a Messina
  • Farmacia: ad Antillo
  • Ospedale: a Taormina
  • Scuole: ad Antillo
  • Biblioteche: ad Antillo
  • Musei: ad Antillo
  • Uff.Postale: ad Antillo
 

Località

   

Comune di Antillo - Economia

È sede di stazione dei carabinieri. Il settore primario, molto favorito dalla fertilità del terreno e dal clima mite, è presente con la produzione di cereali, frumento, ortaggi, foraggi, uva, olive, agrumeti e altri frutteti (si producono soprattutto castagne, noci e nocciole) nonché con l’allevamento di bovini, suini, ovini, caprini, equini e avicoli. Il settore industriale è costituito da aziende di piccole dimensioni, che operano esclusivamente nel comparto dell’edilizia. Il terziario non ha dimensioni rilevanti: la rete distributiva, di cui si compone, assicura il soddisfacimento delle esigenze primarie della comunità mentre non sono forniti servizi più qualificati, come quello bancario. Le strutture scolastiche locali permettono di frequentare le sole classi dell’obbligo; per accedere agli istituti di istruzione secondaria di secondo grado è necessario raggiungere i centri vicini. L’arricchimento culturale è agevolato dalla biblioteca civica. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno. A livello sanitario, localmente è assicurato il solo servizio farmaceutico.

Fondi comunitari

Nella nuova Programmazione 2007-2013 della politica di coesione economica e sociale dell'Unione Europea il comune rientra nell'Obiettivo "Convergenza" (che succede al precedente Obiettivo 1 della programmazione 2000-2006). A partire dall'1 gennaio 2007 nelle aree rientranti in tale obiettivo l'impiego dei "fondi strutturali" europei punta ad accelerare il processo di convergenza degli Stati membri e delle regioni in ritardo di sviluppo migliorando le condizioni di crescita e di occupazione. I settori prioritari d'intervento sono i seguenti: qualità degli investimenti in capitale fisico e umano, sviluppo dell'innovazione e della società basato sulla conoscenza, sull'adattabilità ai cambiamenti economici e sociali, sulla tutela dell'ambiente, sull'efficienza amministrativa.
Cfr. Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell'11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Creazione siti internet CODENCODE