Fonte delle foto: “Soragna nel Cassetto” di B. Colombi e L. Faroldi.

I PRIMI ASILI PER L’INFANZIA (1800-1900)

94
I primi asili nido o “asili infantili” come venivano chiamati all’epoca sorsero in un periodo storico quale l’Ottocento, in cui l’impiego di manodopera femminile era in forte crescita; le giovani madri avvertirono il bisogno di custodia diurna dei propri figli per i quali, nei secoli precedenti vi era sempre stata l’abitudine di affidarli alle balie. Nell’anno 1844 nacque in Francia la prima “crèche” che si può tradurre come “presepe” o “nido d’asilo” il cui modello si diffuse successivamente in tutta Europa; il primo ricovero per lattanti in Italia fu quello di Giuseppe Sacchi a Milano. Gli asili infantili si distinguevano dalle organizzazioni di carattere religioso che tenevano in custodia i bambini proprio perché avevano anche una finalità educativa oltre che assistenziale: nel 1917 il nido d’infanzia divenne una vera e propria istituzione caratterizzata da una pedagogia che suddivideva i bambini in base all’età e alle organizzazioni ludiche nonché nuove tecniche di allevamento del neonato. Tra i principali obiettivi che si evidenziano oltre la finalità di educazione-assistenza dei bambini vi erano quelli relativi allo sviluppo di una cultura medica nell’ambito della cura del neonato, contrasto della mortalità infantile che all’epoca era molto frequente così come l’abbandono e la responsabilità delle tutrici di impartire i rudimenti dell’educazione. Come si può ben intuire, questo sistema educativo-assistenziale dei lattanti favorì un’importante emanicipazione della donna, il cui ruolo era sempre e solo stato relegato alla dimensione domestica e materna a cui si affiancò in seguito quello di lavoratrice. Fonte: “Per una storia dell’asilo nido tra 800 e 900 in Europa” di Caroli D. Foto: Nella prima pagina di fotografie sono ritratti i bambini dell’asilo infantile di Soragna con la maestra Giulia Mignoni nell’anno 1894. In basso, ritratto della maestra d’asilo Agostina Cerati.

  • Dettagli: In fotografia sono ritratti i bambini dell’asilo infantile di Soragna con la maestra Giulia Mignoni nell’anno 1894. In basso, ritratto della maestra d’asilo Agostina Cerati. Fonte delle foto: “Soragna nel Cassetto” di B. Colombi e L. Faroldi.
Su questo sito utilizziamo cookie, di prima e di terza parte, per finalità tecniche e, previo tuo consenso, di profilazione, al fine di proporti annunci pubblicitari in linea con le tue preferenze.
Per maggiori informazioni o per prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi, leggi l'informativa.
Chiudendo questo avviso, proseguendo nella navigazione, effettuando lo scroll della pagina o altro tipo di interazione col sito, acconsenti all'utilizzo di tutti i cookie.
Accetta, proseguo e chiudo questa finestra