ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Veneto >> Provincia: Vicenza >> Comune: Tonezza del Cimone

TONEZZA DEL CIMONE (VI)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Thiene
  • Porto: a Venezia
  • Aeroporto: a Verona/Villafranca e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: ad Arsiero
  • Guardia di finanza: a Schio
  • Vigili del fuoco: a Schio
  • Corte d'Appello: a Venezia
  • Tribunale: a Vicenza
  • Farmacia: a Tonezza del Cimone
  • Ospedale: a Thiene
  • Scuole: a Tonezza del Cimone
  • Biblioteche: a Tonezza del Cimone
  • Musei: a Tonezza del Cimone
  • Uff.Postale: a Tonezza del Cimone
 

Località

  • Salta elenco località
  • Barchi, 
  • Campana, 
  • Fontana, 
  • Grotti, 
  • Pettinà, 
  • Sarcello, 
  • Sella, 
  • Tezza, 
  • Vallà, 
  • Valle, 
  • Via. 
   

Comune di Tonezza del Cimone - Storia

Due sono le ipotesi sull’origine del toponimo, secondo la prima deriva da TOFUS, ‘terreno duro, roccioso’; la seconda lo fa derivare dal termine veneto “tonesar”, ‘tuonare’. I primi insediamenti umani risalgono al XII e XIII secolo: emigranti tedeschi si stabilirono in queste zone e si dedicarono a disboscare e dissodare il terreno, che si presenta aspro e movimentato per gli assestamenti di un ghiacciaio preistorico. La troviamo citata la prima volta nel XIV secolo quando Thoneza è iscritta tra le ville del territorio. Non si annoverano particolari eventi nella sua storia che si mostra simile a quella di tutta la zona. Data la sua posizione geografica, fu teatro di pesanti scontri durante il primo conflitto mondiale. I monumenti del suo patrimonio strorico-architettonico degni di nota sono costituiti soprattutto dall’architettura religiosa. La chiesa, risalente al 1424 e dedicata a San Giacomo, protettore degli appestati come si credeva nel Medioevo, successivamente verrà dedicata a San Cristoforo, solamente nel 1567 diverrà parrocchia e sarà ricostruita nel 1796. Il passaggio del fronte e i furiosi combattimenti che sconvolsero la zona durante la prima guerra mondiale la distrussero completamente: fu, quindi, ricostruita nel 1919 e il 1921. Sul monte Cimone, c’è un Sacello Ossario, progettato dall’architetto Tommaso Cevese, che accoglie le salme di più di mille caduti.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE