ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Veneto >> Provincia: Venezia >> Comune: Stra

STRA (VE)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Vigonza (PD)
  • Porto: a Venezia
  • Aeroporto: a Venezia/Tessera e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Stra
  • Guardia di finanza: a Mirano
  • Vigili del fuoco: a Mira: loc. Mira Porte
  • Corte d'Appello: a Venezia
  • Tribunale: a Venezia
  • Farmacia: a Stra
  • Ospedale: a Dolo
  • Scuole: a Stra
  • Biblioteche: a Stra
  • Musei: a Stra
  • Uff.Postale: a Stra
 

Località

   

Comune di Stra - Storia

Anticamente chiamata Fossolovara (‘fossa dei lupi’), il toponimo si fa risalire al latino STRATA, con il significato di ‘strada’. Situata sulle rive del fiume Naviglio-Brenta, era infatti attraversata, al tempo dell’impero romano, dalla via Emilia-Altinate, che collegava Padova ad Altino e ad Aquileia. Trascorsa una fase di serenità apportata dai romani, subì nel Medioevo le dure aggressioni barbariche, e nel 1200, data la sua posizione strategica lungo il fiume, si trovò al centro delle lotte di confine tra Padova e Venezia. Fu sotto la pesante tirannia degli Ezzelino fino al 1259 e sotto la signoria di Milano nel XIV secolo. Tramontata la repubblica di Venezia, entrò a far parte del Regno del Lombardo-Veneto e, nel 1866, fu annessa al Regno d’Italia. La sua storia seguente si allinea a quella dei territori circostanti. Famosi nel mondo per la loro produzione di scarpe, gli abili calzaturieri del luogo hanno i protettori nei Santi Crispino e Crispiniano, martirizzati sotto Diocleziano. Nel suo patrimonio storico-architettonico si ricordano le tre parrocchie: San Pietro e Sant’Antonio abate, entrambe del XII secolo, e Santa Maria Nascente del XIII secolo. Splendida e fastosa è Villa Nazionale, costruita fra il 1736 e il 1756 per il doge Alvise Pisani da cui prese il nome originario, la cui architettura richiama il castello di Versailles. Illustrissimi furono i successivi proprietari e ospiti, dagli imperatori Napoleone I e Francesco I al re Vittorio Emanuele II. Purtroppo molti suoi locali furono oggetto di saccheggi e oggi numerose stanze sono prive di arredi.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE