ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Puglia >> Provincia: Taranto >> Comune: Sava

SAVA (TA)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Sava
  • Porto: a Taranto
  • Aeroporto: a Brindisi/Papola Casale e a Napoli/Capodichino
  • Carabinieri: a Sava
  • Guardia di finanza: a Manduria
  • Vigili del fuoco: a Manduria
  • Corte d'Appello: a Taranto
  • Tribunale: a Taranto
  • Farmacia: a Sava
  • Ospedale: a Manduria
  • Scuole: a Sava
  • Biblioteche: a Sava
  • Musei: a Sava
  • Uff.Postale: a Sava
 

Località

   

Comune di Sava - Economia

È sede della Pro Loco e della stazione dei carabinieri. Dall’agricoltura, grazie alle favorevoli caratteristiche del territorio (uno dei più produttivi della provincia) si ottengono buoni raccolti di cereali, frumento, ortaggi, uve, olivo, agrumi e altra frutta; è praticato anche l’allevamento di ovini. L’industria è costituita da aziende che operano nei comparti alimentare, edile, metallurgico, dell’abbigliamento, del legno, dei materiali da costruzione (tra cui il vetro) e della fabbricazione di mobili. È presente il servizio bancario; una buona rete distributiva arricchisce il panorama del terziario. Le strutture scolastiche permettono di frequentare le classi dell’obbligo e includono alcuni istituti d’istruzione secondaria di secondo grado; quelle culturali sono rappresentate dalla biblioteca comunale. Alla diffusione della cultura e dell’informazione provvede anche la locale emittente radiotelevisiva. Le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico. A completamento del quadro delle strutture si aggiungono gli impianti sportivi, che comprendono un circolo ippico.

Fondi comunitari

Nella nuova Programmazione 2007-2013 della politica di coesione economica e sociale dell'Unione Europea il comune rientra nell'Obiettivo "Convergenza" (che succede al precedente Obiettivo 1 della programmazione 2000-2006). A partire dall'1 gennaio 2007 nelle aree rientranti in tale obiettivo l'impiego dei "fondi strutturali" europei punta ad accelerare il processo di convergenza degli Stati membri e delle regioni in ritardo di sviluppo migliorando le condizioni di crescita e di occupazione. I settori prioritari d'intervento sono i seguenti: qualità degli investimenti in capitale fisico e umano, sviluppo dell'innovazione e della società basato sulla conoscenza, sull'adattabilità ai cambiamenti economici e sociali, sulla tutela dell'ambiente, sull'efficienza amministrativa.
Cfr. Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell'11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Creazione siti internet CODENCODE