ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Emilia-Romagna >> Provincia: Rimini >> Comune: San Giovanni in Marignano

SAN GIOVANNI IN MARIGNANO (RN)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Cattolica
  • Porto: a Ravenna
  • Aeroporto: a Bologna/Borgo Panigale e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Cattolica
  • Guardia di finanza: a Cattolica
  • Vigili del fuoco: a Rimini
  • Corte d'Appello: a Bologna
  • Tribunale: a Rimini
  • Farmacia: a San Giovanni in Marignano
  • Ospedale: a Cattolica
  • Scuole: a San Giovanni in Marignano
  • Biblioteche: a San Giovanni in Marignano
  • Musei: a San Giovanni in Marignano
  • Uff.Postale: a San Giovanni in Marignano
 

Località

  • Salta elenco località
  • Bacino del Conca, 
  • Case Ricci, 
  • Ghetto Cinque Quattrini, 
  • Montalbano, 
  • Tombaccia. 
   

Comune di San Giovanni in Marignano - Storia

Il toponimo è composto di un agionimo, San Giovanni, e di un altro nome di origine latina: il personale MARINIUS con l’aggiunta del suffisso -ANUS che designa una proprietà fondiaria. Numerosi rinvenimenti archeologici testimoniano la presenza, tra il III e il V secolo d.C., di una villa romana dotata di strutture produttive nell’area sulla quale sorse, nel XII secolo, il primo nucleo dell’abitato attuale e nota, in età tardo-romana, col nome di FUNDUS MARINIANI. Quest’area è identificabile oggi con il territorio di Castelvecchio, all’epoca appartenente alla Pieve del Conca e sede del Castello di Marignano e della Chiesa di San Giovanni Battista. La scelta dell’originaria ubicazione collinare degli insediamenti, dettata dalla conformazione geomorfologica del territorio soggetto al fenomeno dell’impaludamento, venne riconsiderata a seguito dell’opera di bonifica attuata da alcuni monasteri ravennati verso la fine del Duecento: l’abitato fu spostato nella bassa valle del Conca, su un terrazzamento alluvionale del fiume omonimo, e fu costruito un nuovo castello, Castelnuovo. Il nuovo borgo, che dal Medioevo fu sottoposto alla città di Rimini, divenne centro della riorganizzazione del territorio circostante, assorbendo la popolazione sparsa nelle campagne: nel Quattrocento, infatti, il castello, retto da un capitano e da un collegio formato da quattro priori e da ventiquattro consiglieri, si fece garante degli statuti municipali emanati verso la fine del XV secolo dal governo malatestiano. Nel XVI secolo, il costante flusso migratorio dai borghi vicini, fu all’origine della nascita dei due nuclei di Sant’Antonio e della Scuola. Del nuovo castello, sorto alla metà del XIII secolo e successivamente inglobato dalle costruzioni di epoca malatestiana, sono ancora visibili grandi fosse ipogee per la conservazione dei cereali. Contemporanea al castello è la chiesa di San Pietro, menzionata per la prima volta nella prima metà del Trecento e ristrutturata nel XVI secolo, quando fu dotata di un campanile opera di mastro Simone di Baldo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE