ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Friuli-Venezia Giulia >> Provincia: Udine >> Comune: Prato Càrnico

PRATO CàRNICO (UD)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Venzone: loc. Carnia
  • Porto: a Monfalcone (GO) e a Trieste
  • Aeroporto: a Trieste/Ronchi dei Legionari e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Comeglians
  • Guardia di finanza: a Forni Avoltri
  • Vigili del fuoco: a Tolmezzo
  • Corte d'Appello: a Udine
  • Tribunale: a Tolmezzo
  • Farmacia: a Prato Càrnico
  • Ospedale: a Tolmezzo
  • Scuole: a Prato Càrnico
  • Biblioteche: a Prato Càrnico
  • Musei: a Prato Càrnico
  • Uff.Postale: a Prato Càrnico
 

Località

  • Salta elenco località
  • Avausa, 
  • Monte Cimon, 
  • Osais-Pesariis, 
  • Pieria-Prato Carnico, 
  • Pradumbli, 
  • Prico, 
  • Sostasio, 
  • Truia. 
   

Comune di Prato Càrnico - Economia

L’agricoltura, basata sulla produzione di cereali, ortaggi e frutta, è integrata dall’allevamento di bovini, ovini, caprini, suini e avicoli. L’industria è presente con i comparti edile, elettrico, tessile, metalmeccanico, del legno e della fabbricazione di mobili, orologi, strumenti ottici e fotografici; vi è anche una centrale elettrica. Il terziario si compone della rete commerciale e dell’insieme dei servizi, che comprendono quello bancario. Tra le strutture pubbliche particolari si segnalano alcune residenze sociali. È possibile frequentare soltanto le scuole materne ed elementari. Buona è la capacità ricettiva, offrendosi, accanto alla ristorazione, una vasta possibilità di soggiorno. A livello sanitario è assicurato il servizio farmaceutico. A completamento del quadro delle strutture si aggiungono gli impianti sportivi, con un campo di calcio.

Fondi comunitari

Nella nuova Programmazione 2007-2013 della politica di coesione economica e sociale dell'Unione Europea il comune rientra nell'Obiettivo "Competitività regionale e occupazione". A partire dall'1 gennaio 2007 nelle aree rientranti in tale obiettivo l'impiego dei "fondi strutturali" europei punta a rafforzare la competitività, l'occupazione e l'attrattiva delle regioni, ad anticipare i cambiamenti socioeconomici, a promuovere l'innovazione, l'imprenditorialità, la tutela dell'ambiente, l'accessibilità, l'adattabilità dei lavoratori e lo sviluppo dei mercati.
Cfr. Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell'11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Creazione siti internet CODENCODE