ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Emilia-Romagna >> Provincia: Piacenza >> Comune: Podenzano

PODENZANO (PC)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Piacenza
  • Porto: a Genova e a Ravenna
  • Aeroporto: a Milano/Linate e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a San Giorgio Piacentino
  • Guardia di finanza: a Piacenza
  • Vigili del fuoco: a Piacenza
  • Corte d'Appello: a Bologna
  • Tribunale: a Piacenza
  • Farmacia: a Podenzano
  • Ospedale: a Piacenza
  • Scuole: a Podenzano
  • Biblioteche: a Podenzano
  • Musei: a Podenzano
  • Uff.Postale: a Podenzano
 

Località

  • Salta elenco località
  • Albone, 
  • Altoè, 
  • Ca' dei Gatti, 
  • Casaleto, 
  • Casoni, 
  • Colombarini, 
  • Crocetta, 
  • Due Case-Bozza, 
  • Fornace, 
  • Gariga, 
  • I Vaccari, 
  • Maiano, 
  • Ponte Vangaro, 
  • San Polo, 
  • Verano. 
   

Comune di Podenzano - Storia

Abitata fin da epoca romana, come testimoniato dal rinvenimento nella zona di vari reperti archeologici, deriva il toponimo, che in alcuni documenti medievali compare nelle forme di Potenciano e Potentiano, dal personale latino POTENTIUS o PUDENTIUS, con l’aggiunta del suffisso -ANUS, indicante appartenenza. Possedimento dei vescovi piacentini all’inizio dell’undicesimo secolo, passò poi ai Malaspina, cui fu tolta dal comune di Piacenza, venendo quindi coinvolta nelle aspre lotte tra le opposte fazioni dei guelfi e dei ghibellini. Col suo castello, più volte distrutto e ricostruito nel corso del Duecento, nella prima metà del XIV secolo subì un lungo assedio da parte delle truppe di Gian Galeazzo Visconti, pervenendo verso la metà del Quattrocento agli Anguissola, che ne conservarono il possesso fin verso il 1650, quando fu assegnata ai Salvatico. In seguito fu inglobata dalla camera ducale farnesiana, che sul finire del XVII secolo la conferì a un altro ramo dei Salvatico, che intorno alla metà del Settecento divisero la proprietà del locale fortilizio con i marchesi Pallavicino di Scipione. Le vicende successive hanno seguito quelle del resto della provincia. Nel patrimonio storico-architettonico spiccano: il castello medievale, ristrutturato dagli Anguissola nel XVI secolo; la parrocchiale di San Germano, sorta su un precedente edificio di culto di cui resta il campanile, risalente al IX o X secolo; la chiesa di Verano; il castello di Altoè; il castello della Maggia, a Gariga, trasformato in una dimora signorile; l’antico fortilizio di San Polo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE