ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Friuli-Venezia Giulia >> Provincia: Udine >> Comune: Pasiàn di Prato

PASIàN DI PRATO (UD)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Udine
  • Porto: a Monfalcone (GO) e a Trieste
  • Aeroporto: a Trieste/Ronchi dei Legionari e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Udine
  • Guardia di finanza: a Udine
  • Vigili del fuoco: a Udine
  • Corte d'Appello: a Trieste
  • Tribunale: a Udine
  • Farmacia: a Pasiàn di Prato
  • Ospedale: a Udine
  • Scuole: a Pasiàn di Prato
  • Biblioteche: a Pasiàn di Prato
  • Musei: a Pasiàn di Prato
  • Uff.Postale: a Pasiàn di Prato
 

Località

   

Comune di Pasiàn di Prato - Storia

Sviluppatasi probabilmente intorno a un insediamento agricolo in epoca romana, è citata in documenti medievali come Pasiliano, Paseliano e Pasilgiano. La prima parte del toponimo deriva dal nome di un colono romano, un certo PACILIUS, che doveva possedervi dei terreni; più fantasiose sembrano le ipotesi di una sua derivazione da un cognome Pase, dal termine “pace”, dal latino PASSUS AMNIS, ‘passo del fiume’, o da PHASIANUM, ‘fagiano’. La specificazione “di Prato” si riferisce chiaramente ai pascoli e ai campi coltivati che circondavano l’abitato. Feudo dei conti di Gorizia che, nel XII secolo la donarono all’abbazia di Rosazzo, seguì le sorti di Udine, passando sotto la signoria della repubblica veneta dal 1420. Con la pace di Campoformio, del 1797, fu assoggettata alla dominazione austriaca, sotto la quale tornò dopo la breve parentesi napoleonica. Diede i natali a Giuseppe Greatti che, nel 1805, venne incaricato di presiedere, in qualità di commissario imperiale, al governo provvisorio del Friuli. Nel 1866 fu annessa all’Italia. Gli elementi di maggiore spicco del patrimonio storico-architettonico sono: la parrocchiale, con una grande statua del Redentore sul campanile, inaugurato all’inizio del Novecento; la chiesetta di Santa Caterina, risalente al XIV secolo; la quattrocentesca chiesa dei Santi Cosma e Damiano e quella della Madonna dei Roveri, della seconda metà del Seicento, a Colloredo di Prato.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE