ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Piemonte >> Provincia: Novara >> Comune: Paruzzaro

PARUZZARO (NO)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: ad Arona
  • Porto: a Genova
  • Aeroporto: a Milano/Malpensa e a Torino/Caselle
  • Carabinieri: a Gattico
  • Guardia di finanza: ad Arona
  • Vigili del fuoco: ad Arona
  • Corte d'Appello: a Torino
  • Tribunale: a Verbania
  • Farmacia: a Paruzzaro
  • Ospedale: ad Arona
  • Scuole: a Paruzzaro
  • Biblioteche: a Paruzzaro
  • Musei: a Paruzzaro
  • Uff.Postale: a Paruzzaro
 

Località

   

Comune di Paruzzaro - Storia

L’etimologia del toponimo è discussa. Tuttavia qualche studioso lo accosta a PALUS, attraverso “paluceum”, “palucius” che, accostato al suffisso -ARIUS, darebbe “paluciarius”: il suo valore sarebbe, quindi, ‘palizzata’, con riferimento a una probabile origine palafitticola dell’insediamento, collocato su di un laghetto. Tuttavia l’ipotesi non appare convincente. Qualcun altro, pertanto, rimanda alla voce piemontese “parussina”, nel significato di ‘cinciallegra’, dando al toponimo il valore di ‘luogo ricco di cinciallegre’. Reperti archeologici rinvenuti in loco, quali una lapide sepolcrale, monete e frammenti di bicchieri, lasciano supporre che la zona fosse abitata fin dall’antichità. Viene menzionata per la prima volta in un documento del 1034: fondata da un gruppo di famiglie longobarde, passò dapprima ai franchi e poi venne assoggettata al potere imperiale. Nel Medioevo fu annessa al comitato di Pombia; successivamente passò ai Da castello e poi ai Biandrate fino a pervenire ai Visconti ai quali rimase fino agli inizi del 1700. Posta sotto il dominio francese prima e austriaco dopo, fu ceduta dall’imperatrice d’Austria Maria Teresa al re di Sardegna. Interessante sotto il profilo storico-artistico è la parrocchiale di San Siro, costruita sulle rovine del castello visconteo, di impostazione cinquecentesca, divisa in tre navate con una cappella intitolata al Santo, al cui interno sono visibili pregevoli affreschi cinquecenteschi. Degna di nota è anche la chiesa romanica di San Marcello, considerata la più antica, a navata unica terminante con un’abside semicircolare, al cui interno è possibile ammirare affreschi del Quattrocento e del Cinquecento, come la Madonna del latte nonché scene del Nuovo Testamento.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE