ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Friuli-Venezia Giulia >> Provincia: Udine >> Comune: Osoppo

OSOPPO (UD)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: ad Osoppo
  • Porto: a Monfalcone (GO) e a Trieste
  • Aeroporto: a Trieste/Ronchi dei Legionari e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: ad Osoppo
  • Guardia di finanza: a Gemona del Friuli
  • Vigili del fuoco: a Gemona del Friuli
  • Corte d'Appello: a Trieste
  • Tribunale: a Tolmezzo
  • Farmacia: ad Osoppo
  • Ospedale: a Gemona del Friuli
  • Scuole: ad Osoppo
  • Biblioteche: ad Osoppo
  • Musei: ad Osoppo
  • Uff.Postale: ad Osoppo
 

Località

   

Comune di Osoppo - Storia

Abitata probabilmente già dai celti, acquistò una certa rilevanza strategica, per via della sua ubicazione nei pressi di importanti strade romane. Il toponimo, che in epoca tardo-antica assunse le forme di Osope, Osopo, Ossupum, Hossupum e Ossopum, sembra derivare dalla radice indo-europea “os”, avente il significato di ‘frassino’. Trasformata in un luogo fortificato con la costruzione di una torre sul colle che sovrasta l’abitato, fu invasa dai barbari dopo la caduta dell’impero romano, riuscendo però a resistere alle incursioni degli avari. Possedimento, sul finire del secolo XI, dell’abbazia di Sesto al Reghena, entrò poi a far parte delle proprietà del patriarca di Aquileia, che, verso la metà del Duecento, ne concesse l’investitura feudale a una nobile famiglia del luogo. Assegnata nel secolo successivo ai Savorgnan, nel 1420 passò sotto la dominazione della Repubblica Veneta, che rafforzò le fortificazioni sul colle, facendone il suo baluardo difensivo settentrionale. Più volte assediata, fu occupata alternativamente da francesi, russi e austriaci, che ne tornarono in possesso anche dopo la breve parentesi napoleonica. Durante i moti risorgimentali del 1848 resistette eroicamente agli assalti delle forze nemiche, venendo insignita della medaglia d’oro al valore militare. Sede di un presidio militare italiano nel primo conflitto mondiale, durante la guerra di liberazione diede il nome ai gruppi partigiani cattolici, che si distinguevano dalla formazione Garibaldi, d’ispirazione comunista. Il terremoto del 1976 la distrusse quasi totalmente. Del patrimonio storico-architettonico è possibile ancora ammirare: la fortezza di Napoleone; la chiesa di San Rocco, anticamente annessa a un lazzaretto, di cui rimangono soltanto pochi ruderi; l’ex chiesa di San Pietro, risalente al XVII secolo, e la quattrocentesca chiesetta di San Giacomo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE