ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Marche >> Provincia: Ascoli Piceno >> Comune: Montegallo

MONTEGALLO (AP)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: ad Ascoli Piceno
  • Porto: ad Ancona
  • Aeroporto: ad Ancona/Falconara Marittima e a Roma/Fiumicino
  • Carabinieri: a Montegallo
  • Guardia di finanza: ad Ascoli Piceno
  • Vigili del fuoco: ad Ascoli Piceno
  • Corte d'Appello: ad Ancona
  • Tribunale: ad Ascoli Piceno
  • Farmacia: a Montegallo
  • Ospedale: ad Ascoli Piceno
  • Scuole: a Montegallo
  • Biblioteche: a Montegallo
  • Musei: a Montegallo
  • Uff.Postale: a Montegallo
 

Località

  • Salta elenco località
  • Abetito, 
  • Astorara, 
  • Balzo, 
  • Bisignano, 
  • Canale, 
  • Casale Nuovo, 
  • Castro, 
  • Colle, 
  • Collefratte, 
  • Collicello-Corbara, 
  • Cornaloni, 
  • Fonditore, 
  • Forca, 
  • Interprete, 
  • Migliarelli, 
  • Monte Vettore, 
  • Piano, 
  • Rigo, 
  • Simoni, 
  • Uscerno, 
  • Vaglie, 
  • Valle. 
   

Comune di Montegallo - Storia

Secondo una tradizione poco accreditata, la fondazione dell’abitato va attribuita a Carlo Magno. Durante il Medioevo compare nei documenti ufficiali tra i possedimenti dell’abbazia di Farfa, con il nome di MONS SANCTAE MARIAE IN GALLO. Nel 1250 passò sotto il dominio di Ascoli, dalla quale si affrancò, con l’appoggio di papa Niccolò IV, alla fine dello stesso secolo, sottraendosi così all’obbligo di eleggere un podestà ascolano e di offrire annualmente un palio per celebrare la festa dedicata a Sant’Emidio. Nei secoli successivi seguì le sorti dello Stato della Chiesa, subendo l’invasione francese negli ultimi anni del Settecento. Il toponimo, assunto nel Cinquecento, è composto dal termine “monte” e dal germanico WALD, ‘bosco’; meno probabile appare invece l’ipotesi della sua derivazione dal personale Gallo o dal nome dell’animale. Tra le testimonianze storico-architettoniche di maggior pregio figurano la facciata di palazzo Branconi e alcune case che conservano finestre e portali in pietra, scolpiti tra Quattrocento e Cinquecento. Appartenne ai monaci di Farfa la chiesa di Santa Maria in Lapide, che racchiude una cripta molto antica (IX secolo), mentre la chiesa romanica di Santa Maria in Pantano, edificata nel 780, era ornata da affreschi –ora in cattivo stato di conservazione– che riproducevano scene di vita di Maria Vergine.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE