ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Friuli-Venezia Giulia >> Provincia: Udine >> Comune: Martignacco

MARTIGNACCO (UD)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Udine
  • Porto: a Monfalcone (GO) e a Trieste
  • Aeroporto: a Trieste/Ronchi dei Legionari e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Udine
  • Guardia di finanza: a Udine
  • Vigili del fuoco: a Udine
  • Corte d'Appello: a Trieste
  • Tribunale: a Udine
  • Farmacia: a Martignacco
  • Ospedale: a Udine
  • Scuole: a Martignacco
  • Biblioteche: a Martignacco
  • Musei: a Martignacco
  • Uff.Postale: a Martignacco
 

Località

   

Comune di Martignacco - Storia

I primi insediamenti nella zona risalgono probabilmente all’età neolitica; a questi subentrarono stanziamenti di popolazioni venete e, dal V secolo a.C., di celti, di cui sono pervenute varie testimonianze. Numerosi sono i reperti archeologici che attestano la presenza romana nel territorio. Il toponimo, citato per la prima volta in un documento della metà del secolo XI, deriva dal nome latino di persona MARTINIUS, con l’aggiunta del suffisso –ACUS. Dopo la caduta dell’impero romano si aprì alle invasioni barbariche, che portarono ovunque lutti e distruzioni. Nel corso del Medioevo fu soggetta a più dominazioni: conquistata dai longobardi, passò poi sotto i franchi e gli imperatori germanici, cui subentrarono i patriarchi di Aquileia. Nella prima metà del Quattrocento entrò a far parte dei possedimenti veneziani, venendo sottoposta alla giurisdizione della comunità di Fagagna. Seguendo le sorti della Serenissima, la cui signoria si protrasse fino alla pace di Campoformio, del 1797, tra la fine del XVIII e l’inizio del XIX secolo registrò l’alternarsi delle dominazioni francesi e austriache. La storia successiva alla restaurazione degli Asburgo non si discosta da quella del resto del Friuli: annessa al Regno d’Italia nel 1866, dal dopoguerra ha intrapreso la strada della rinascita economica. Sotto il profilo architettonico si segnalano: la parrocchiale di Santa Maria, dell’inizio del XVI secolo; la settecentesca villa Deciani, nel cui parco si trova l’antica chiesa di San Nicolò, risalente al Trecento; la chiesa di San Carlo, della prima metà del XVIII secolo; il monumento ai caduti; la chiesa di Santa Margherita di Gruagno, in cui è custodita un’urna cineraria databile al I-II secolo d.C., e la villa di Prampero, a Torreano.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE