ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Piemonte >> Provincia: Cuneo >> Comune: Margarita

MARGARITA (CN)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Margarita
  • Porto: a Savona
  • Aeroporto: a Torino/Caselle e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Morozzo
  • Guardia di finanza: a Mondovì
  • Vigili del fuoco: a Cuneo
  • Corte d'Appello: a Torino
  • Tribunale: a Mondovì
  • Farmacia: a Margarita
  • Ospedale: a Cuneo
  • Scuole: a Margarita
  • Biblioteche: a Margarita
  • Musei: a Margarita
  • Uff.Postale: a Margarita
   

Comune di Margarita - Storia

Il toponimo è un agionimo e deriva dalla cappella dedicata a Santa Margherita, posseduta dai Benedettini fin dal 1100, accanto a una “grangia”. L’insediamento vero e proprio sorse nel corso della prima metà del secolo, intorno a una torre fortificata, utilizzata come avamposto di difesa. Le testimonianze sull’esistenza di una comunità organizzata a livello politico sono abbastanza precoci e datano almeno dalla metà del XIII secolo. L’insediamento vero e proprio risale invece già alla fine del Mille intorno ad una torre appartenente ai signori di Morozzo che, pur con varie interruzioni, sono i feudatari della zona fino al 1347. Fu occupata dal comune di Mondovì, dai marchesi di Ceva e dai Visconti; successivamente pervenne al principe Ludovico d’Acaia e poi ai Savoia che la ressero per breve tempo. Passò nuovamente sotto il dominio di Mondovì rimanendovi fino al 1619, anno in cui Carlo Emanuele di Savoia la concesse in feudo a Oddino Sandri-Trotti, conte di Mombasiglio. Sotto il profilo storico-architettonico interessanti sono: la parrocchiale dei Santi Margherita e Giovanni, in stile barocco, edificata in stile barocco fra il 1725 ed il 1748 su disegno dell’architetto Francesco Gallo, all’interno della quale sono presenti pregevoli affreschi e stucchi; il vicino campanile, costruito nel 1767; la torre civica, risalente al XIII secolo, che mostra la propria origine medievale, nonostante i numerosi interventi successivi. Degna di nota è anche la villa signorile seicentesca nota col nome di “castello”, a un solo piano nobile, affiancato da due alti fabbricati a pianta quadrata. Le numerose sale richiamano motivi settecenteschi, con scene mitologiche, paesaggi agresti e soggetti floreali. Infine sono da segnalare numerose cappelle disseminate sul territorio, meta di preghiere e di recite di rosari in certi periodi dell’anno.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE