ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Lombardia >> Provincia: Como >> Comune: Luisago

LUISAGO (CO)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Luisago
  • Porto: a Genova
  • Aeroporto: a Milano/Malpensa e a Milano/Linate
  • Carabinieri: a Fino Mornasco
  • Guardia di finanza: a Como
  • Vigili del fuoco: a Como
  • Corte d'Appello: a Milano
  • Tribunale: a Como
  • Farmacia: a Luisago
  • Ospedale: a Como
  • Scuole: a Luisago
  • Biblioteche: a Luisago
  • Musei: a Luisago
  • Uff.Postale: a Luisago
 

Località

   

Comune di Luisago - Storia

I primi stanziamenti nella zona risalgono all'ottavo secolo a.C.; successivamente vi si insediarono stabilmente celti ed etruschi. Nel 196 a.C. i romani vi sconfissero i comaschi, precedentemente alleatisi con i galli insubri, imponendo il proprio dominio. Il toponimo, infatti, deriva con tutta probabilità dal personale latino LUPICIUS; secondo altre fonti (lo scrittore Arrighi) ha, invece, origini etrusche e andrebbe tradotto all'incirca come 'territorio di Luigi' o 'campo di Luisa'. Nel 1240, dopo aver subito le devastazioni delle invasioni barbariche e le angherie dei longobardi, il suo territorio passò sotto la giurisdizione di Fino Mornasco che, a sua volta, faceva parte del quartiere Porta Monastero di Como: fino al 1649 seguì molto da vicino le vicende di Como, da cui proveniva la famiglia Rusca, che entrò in possesso del suo territorio, facendovi erigere una roccaforte. Fino ai primi decenni del XVI secolo subì le incursioni di numerosi eserciti stranieri, in particolare di quelli spagnoli e austriaci; quando signoreggiavano i primi, il flagello della peste irruppe duramente causando innumerevoli perdite umane. Dopo la parentesi spagnola fu sottoposta alla dominazione austriaca, cui pose fine Giuseppe Garibaldi con la vittoria di San Fermo (si ricorda per la cacciata definitiva degli austriaci ad opera dei garibaldini). Il patrimonio storico-architettonico comprende due edifici sacri, entrambi del XX secolo: la parrocchiale, intitolata alla Beata Vergine Addolorata, ricostruita sulle fondamenta di un edificio del XVIII secolo, e la parrocchiale di Portichetto, dedicata alla Beata Vergine della Neve.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE