ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Emilia-Romagna >> Provincia: Bologna >> Comune: Granarolo dell'Emìlia

GRANAROLO DELL'EMìLIA (BO)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Castel Maggiore
  • Porto: a Ravenna
  • Aeroporto: a Bologna/Borgo Panigale e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Granarolo dell'Emìlia
  • Guardia di finanza: a Bologna
  • Vigili del fuoco: a Bologna
  • Corte d'Appello: a Bologna
  • Tribunale: a Bologna
  • Farmacia: a Granarolo dell'Emìlia
  • Ospedale: a Bologna
  • Scuole: a Granarolo dell'Emìlia
  • Biblioteche: a Granarolo dell'Emìlia
  • Musei: a Granarolo dell'Emìlia
  • Uff.Postale: a Granarolo dell'Emìlia
 

Località

  • Salta elenco località
  • Casette di Cadriano, 
  • Cividale, 
  • Fabbreria di Cadriana, 
  • Lovoleto, 
  • Osteria della Pontica, 
  • Osteriola, 
  • Quarto Inferiore, 
  • Santa Brigida, 
  • Viadagola, 
  • Villa Boselli. 
   

Comune di Granarolo dell'Emìlia - Storia

Benché il territorio sia stato abitato già in epoca romana, le prime notizie scritte sull'esistenza del centro risalgono alla metà del XII secolo. Il toponimo, che in documenti medievali compare anche nella forma di Garnarolo, deriva dal latino GRANAROLUM, avente il significato di ‘deposito di grani', con chiaro riferimento alle estese coltivazioni di grano presenti nella zona. Tra il XIV e il XVI secolo fu oggetto di contese e teatro di eventi bellici tra i Visconti, i bolognesi, Alberico da Barbiano e la Santa Sede, che riuscì ad avere la meglio sugli altri contendenti. Per la sua contiguità a Bologna ne ha condiviso le sorti, tornando sotto il dominio pontificio a seguito del congresso di Vienna. Annessa poi all'Italia, divenne sede municipale nel 1876. In precedenza capoluogo comunale era stata la località Viadanica. Tra i monumenti si possono ammirare vari edifici di culto: la chiesa di San Vitale, della fine del XVII secolo, nel cui battistero sono conservate pregevoli opere pittoriche; la chiesa di Sant'Andrea Apostolo, a Cadriano; quella di San Mamante, edificata sul finire del Settecento, a Lovoleto; la chiesa di San Michele, a Quarto Inferiore, e la chiesa dei Santi Vittore e Giorgio, dell'Ottocento, a Viadagola. Interessanti sono anche: la seicentesca villa del Marchesino, con l'annesso oratorio dedicato alla Madonna della Vita; la villa Mignani; la villa Amelia, del XVI secolo, con pitture settecentesche, e il palazzo di San Taddeo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE