ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Lombardia >> Provincia: Bergamo >> Comune: Gorno

GORNO (BG)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Bergamo
  • Porto: a Genova
  • Aeroporto: a Bergamo/Orio al Serio e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Ponte Nossa
  • Guardia di finanza: a Clusone
  • Vigili del fuoco: a Gazzaniga
  • Corte d'Appello: a Brescia
  • Tribunale: a Bergamo
  • Farmacia: a Gorno
  • Ospedale: a Piario
  • Scuole: a Gorno
  • Biblioteche: a Gorno
  • Musei: a Gorno
  • Uff.Postale: a Gorno
 

Località

  • Salta elenco località
  • Basello, 
  • Calchera, 
  • Campello, 
  • Cavagnoli, 
  • Centrale, 
  • Cime di Belloro, 
  • Fondo Ripa, 
  • Peroli Alti, 
  • Peroli Bassi, 
  • Plicosa, 
  • San Giovanni, 
  • Sant'Antonio, 
  • Villassio. 
   

Comune di Gorno - Economia

Ospita unicamente i consueti uffici municipali e postali; per l'assenza sul posto di una stazione dei carabinieri, il sindaco svolge, all'occorrenza, anche le funzioni di autorità di pubblica sicurezza. Le principali fonti di reddito della popolazione sono l'allevamento (di bovini -da latte e da carne- e avicoli) e l'industria edile. La capacità dei gornesi di produrre reddito è attestata dalla presenza del servizio bancario. L'offerta di servizi pubblici è commisurata alle dimensioni del comune e si limita alla presenza degli uffici della pubblica amministrazione. Fatta eccezione per la biblioteca, non si registra la presenza di strutture sociali particolarmente significative. Nelle scuole locali è garantita l'istruzione materna, elementare e media; le strutture ricettive offrono possibilità di ristorazione ma non di soggiorno e quelle sanitarie garantiscono il solo servizio farmaceutico: per altre prestazioni è necessario rivolgersi altrove.

Fondi comunitari

Nella nuova Programmazione 2007-2013 della politica di coesione economica e sociale dell'Unione Europea il comune rientra nell'Obiettivo "Competitività regionale e occupazione". A partire dall'1 gennaio 2007 nelle aree rientranti in tale obiettivo l'impiego dei "fondi strutturali" europei punta a rafforzare la competitività, l'occupazione e l'attrattiva delle regioni, ad anticipare i cambiamenti socioeconomici, a promuovere l'innovazione, l'imprenditorialità, la tutela dell'ambiente, l'accessibilità, l'adattabilità dei lavoratori e lo sviluppo dei mercati.
Cfr. Regolamento (CE) n. 1083/2006 dell'11 luglio 2006 recante disposizioni generali sul Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, sul Fondo Sociale Europeo e sul Fondo di Coesione.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Creazione siti internet CODENCODE