ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Piemonte >> Provincia: Verbano-Cusio-Ossola >> Comune: Ghiffa

GHIFFA (VB)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Verbania
  • Porto: a Genova
  • Aeroporto: a Milano/Malpensa e a Torino/Caselle
  • Carabinieri: a Verbania
  • Guardia di finanza: a Verbania
  • Vigili del fuoco: a Verbania
  • Corte d'Appello: a Torino
  • Tribunale: a Verbania
  • Farmacia: a Ghiffa
  • Ospedale: a Verbania
  • Scuole: a Ghiffa
  • Biblioteche: a Ghiffa
  • Musei: a Ghiffa
  • Uff.Postale: a Ghiffa
 

Località

  • Salta elenco località
  • Carciago, 
  • Cargiaco, 
  • Caronnio, 
  • Carpiano, 
  • Ceredo, 
  • Deccio, 
  • Lago Maggiore, 
  • Susello, 
  • Villaggio Valdora. 
   

Comune di Ghiffa - Storia

Le sue più antiche vicende risalgono al basso Medioevo, quando la decania di San Maurizio (centro amministrativo e religioso di un territorio più vasto) era una delle quattro comprese nella comunità di Intra, Pallanza e Valle Intasca. Il toponimo viene fatto derivare dagli studiosi dal latino volgare GUIFFA o GUIFA col significato di ‘segno opposto a una proprietà, a un fondo'; altri lo farebbero derivare dal verbo germanico “wifa”, col significato di ‘termine di confine'. Nel 1447 Filippo Maria Visconti diede in feudo la decania di San Maurizio della Costa ai marchesi Morigia. Essi tenevano banco di giustizia a Ceredo e risiedevano nel castello di Frino che divenne, nel XVII secolo, con il cardinale Giacomo Antonio Morigia, precettore del granduca di Toscana e arcivescovo di Firenze, un luogo d'incontro di artisti e letterati che diedero vita a un rinascimento lacustre. Nel XVIII secolo il territorio passò poi in feudo ai Borromeo, i signori del lago; seguì quindi le vicende del circondario. Tra le testimonianze storico-architettoniche, degni di nota sono vari edifici religiosi, tra cui: la chiesa di Santa Croce (XVIII secolo) e il santuario della SS. Trinità con affreschi e cappelle del Seicento. L'oratorio vicino al castello di Frino ospita una Natività dipinta nel 1860 da uno dei maggiori esponenti della pittura lombarda dell'Ottocento. Le località di Frino e Susello sono inoltre ricche di oratori dipinti con raffigurazioni risalenti al Cinquecento, il più importante dei quali è la chiesa di Santa Maria Assunta di Susello, monumento nazionale, esistente già dal 1173.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE