ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Veneto >> Provincia: Rovigo >> Comune: Gàiba

GàIBA (RO)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Bondeno (FE): loc. Stellata
  • Porto: a Chioggia (VE)
  • Aeroporto: a Verona/Villafranca e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Stienta
  • Guardia di finanza: a Occhiobello: loc. Santa Maria Maddalena
  • Vigili del fuoco: a Rovigo
  • Corte d'Appello: a Venezia
  • Tribunale: a Rovigo
  • Farmacia: a Ficarolo
  • Ospedale: a Trecenta
  • Scuole: a Gàiba
  • Biblioteche: a Gàiba
  • Musei: a Gàiba
  • Uff.Postale: a Gàiba
 

Località

   

Comune di Gàiba - Storia

Citata per la prima volta in un documento del 1158, agli inizi del XII secolo, fu al centro della disastrosa alluvione del Po che, rotti gli argini nei pressi di Ficarolo, invase tutte le terre circostanti, abbandonando il percorso originario e spostandosi nell'alveo attuale. A lungo sotto la signoria estense, caratterizzata da continue guerre e contese sia tra gli stessi appartenenti alla Casa d'Este, per il controllo sul Ducato di Ferrara, sia con altri potentati, tra cui Venezia, contro la quale gli Estensi si schierarono nella cosiddetta “guerra del sale” sul finire del XV secolo. Passò nel 1597 allo Stato Pontificio, sotto il quale registrò un certo sviluppo, nonostante la peste introdotta dai Lanzichenecchi nel 1630. Il governo pontificio durò fino al 1797, quando, con l'invasione napoleonica, fu soggetta a saccheggi e ruberie. All'occupazione francese seguì quella austriaca, durante la quale entrò a far parte della provincia di Rovigo e venne colpita da terribili carestie. La sua triste situazione economica e sociale, resa ancor più difficile dalle rotte dei fiumi, non migliorò con l'annessione al Regno d'Italia nel 1866, per cui molti emigrarono, soprattutto verso il Brasile. Dal punto di vista monumentale, degni di nota sono la villa Fiaschi Manfredini ora Stampanoni del ‘700, l'Oratorio di Sant'Anna, la parrocchiale del 1748 dedicata a S. Giuseppe e i resti di un'antica Corte benedettina, in località Le Caselle.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE