ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Lombardia >> Provincia: Milano >> Comune: Cesate

CESATE (MI)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Cesate
  • Porto: a Genova
  • Aeroporto: a Milano/Linate e a Milano/Malpensa
  • Carabinieri: a Garbagnate Milanese
  • Guardia di finanza: a Cesano Maderno
  • Vigili del fuoco: a Dèsio
  • Corte d'Appello: a Milano
  • Tribunale: a Milano
  • Farmacia: a Cesate
  • Ospedale: a Garbagnate Milanese
  • Scuole: a Cesate
  • Biblioteche: a Cesate
  • Musei: a Cesate
  • Uff.Postale: a Cesate
 

Località

   

Comune di Cesate - Storia

I primi insediamenti nella zona, il cui toponimo per alcuni sarebbe formato dalla radice Caesa (da CAESAR) con l'aggiunta del suffisso -ate (avrebbe il significato di 'terreno di Cesare'), e per altri dalla radice Caes o Cis e significherebbe 'terreno di Cesio o di Cisio', risalgono ai galli insubri, cui subentrarono stanziamenti di romani, sotto i quali questo territorio, facente parte del municipio di Como, registrò un periodo di pace e benessere, cessato però con l'inizio delle invasioni barbariche. Nel corso del Medioevo fu sotto l'autorità di una nobile famiglia del luogo, quella dei de Cixate, i cui esponenti parteciparono attivamente alle vicende politiche e militari del ducato di Milano. Fece a lungo parte del feudo di Dèsio, che nella prima metà del XVI secolo fu soggetto a più passaggi di proprietà, finché nel 1580 non fu venduto ai conti Menriquez ed elevato a marchesato agli inizi del Seicento. A seguito dello smembramento di tale feudo, nel 1715 fu assegnata al marchese Francesco Gozzi e, liberatasi da vincoli feudali nei confronti di Dèsio, conquistò una certa autonomia. Tra i maggiori proprietari terrieri della zona vi furono i Caravaggio, che lasciarono i beni qui posseduti al Luogo Pio della Stella di Milano (un ospizio, divenuto anche orfanotrofio nel '600), il quale sul finire del XVIII secolo fu privato di gran parte dei terreni ereditari a seguito dell'espropriazione delle brughiere. Tra i monumenti figurano la parrocchiale di Sant'Alessandro, risalente alla fine del XV o agli inizi del XVI secolo, e la chiesa di Santa Maria delle Grazie, già menzionata in documenti del XIII secolo e contenente pregevoli affreschi.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE