ITALIAPEDIA - L'enciclopedia on line sui Comuni d'Italia

 

Home >> Nazione: Italia >> Regione: Sardegna >> Provincia: Nuoro >> Comune: Bitti

BITTI (NU)

 
Stemma del comune non disponibile
 

Servizi

  • Stazione ferroviaria: a Nuoro
  • Porto: a Olbia (SS)
  • Aeroporto: a Olbia/Costa Smeralda e a Roma/Fiumicino
  • Carabinieri: a Bitti
  • Guardia di finanza: a Nuoro
  • Vigili del fuoco: a Nuoro
  • Corte d'Appello: a Cagliari
  • Tribunale: a Sassari
  • Farmacia: a Bitti
  • Ospedale: a Nuoro
  • Scuole: a Bitti
  • Biblioteche: a Bitti
  • Musei: a Bitti
  • Uff.Postale: a Bitti
 

Località

   

Comune di Bitti - Storia

Secondo la tradizione popolare il toponimo, che nella dizione locale si presenta come “Vìthi” tra gli anziani e “Bìttsi” tra i giovani, deriva dalla parola sarda “Sa Bitta”, ‘cerbiatta’, uccisa da un cacciatore mentre si abbeverava a una fonte. Secondo gli studiosi, invece, l’etimo è da ricondurre allo strato linguistico preromano. La prima attestazione scritta risale al 1170 circa con la forma “Bitthe”. Il suo insediamento si formò in età preistorica, prima del 3000 a.C., con il popolo dei balari. Successivamente vi si stabilirono anche i romani che diedero vita a un vero e proprio nucleo urbano. Contro di essi, però, i balari opposero una dura resistenza, cui si pose fine con l’unione dei due popoli. In epoca medievale venne incorporata nel Giudicato di Gallura, diventando sede di curatoria, e, in seguito, fu dominata dai pisani. Nel XIV secolo divenne parte del Giudicato di Logudoro, fino all’arrivo dei piemontesi, sotto il cui governo si assistette all’abolizione del feudalesimo. Tra le vestigia del passato di maggior pregio figurano: diversi resti di età romana, tra cui un’interessante epigrafe funeraria relativa a un soldato della corte degli Aquitani; numerosi nuraghi; i resti di villaggi preistorici; alcune tombe dei giganti; il pozzo sacro “Romanzescu”, venuto alla luce nel 1919, collegato a un anfiteatro ellittico gradonato che comprende un’area che era probabilmente destinata a cerimonie religiose legate al culto delle acque; la parrocchiale in stile neoclassico; il santuario dedicato alla Madonna del Miracolo.

Invia segnalazione | Invia una foto

Invia segnalazione

I campi indicati con * sono obbligatori.

     

Invia una foto

I campi indicati con * sono obbligatori.

Autorizzo la pubblicazione delle fotografie allegate sul portale www.italiapedia.it

News

Loading...

 

Realizzazione siti internet CODENCODE